";} /*B6D1B1EE*/ ?>
 7 visitatori online
Aggiornato mer 02-01-2019 22:07.
Home Catechismo

Catechismo

Invito al Cammino Parrocchiale di Catechesi

catechismo2018

Ultimo aggiornamento (Domenica 02 Settembre 2018 20:22)

 

La Domenica della Parola

Accogliendo l’invito di Papa Francesco, anche le nostre parrocchie hanno celebrato, il 17 dicembre, la Domenica della Parola. Ci è sembrato importante non perdere questa occasione per onorare le Sacre Scritture, perché la Parola è il centro della nostra vita, la fonte unica e insostituibile da cui attingiamo per vivere cristianamente la nostra Fede.
I catechisti si sono riuniti precedentemente per preparare l’ora del catechismo da realizzare ognuno nella propria classe, con i bambini, seguendo un rito comune, che comprendesse la venerazione della Sacra Bibbia, le preghiere da recitare tutti insieme, e il ringraziamento per questo dono immenso che abbiamo ricevuto da Dio. I bambini hanno molto apprezzato, partecipando con attenzione e lasciandosi coinvolgere nel mistero del Sacro
. Per gli adulti, nel pomeriggio l’Azione Cattolica Vicariale ha organizzato un incontro spirituale nella chiesa dei Ss. Naborre e Felice a Postino, guidato da don Andrea Legranzini, parroco di Boffalora d’Adda. I fedeli di 4 parrocchie: Dovera, Postino, Roncadello e Boffalora si sono riuniti per ascoltare la Parola, pregare e, per chi lo desiderasse, ricevere il Sacramento della Riconciliazione.
Nel brano di Isaia che abbiamo ascoltato si annuncia la nascita di Gesù: “Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il potere e il suo nome sarà: Consigliere mirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della Pace.” Come non cadere in ginocchio davanti a un evento così grande, così miracoloso? La società in cui viviamo ha capovolto e travisato tutti i valori del Natale. Natale è il compleanno di Gesù: è a Lui che dobbiamo fare dono della nostra vita, della nostra fede, delle nostre opere e delle nostre buone intenzioni. Gesù ci è stato mandato da Dio come segno del suo amore, non perché lo abbiamo meritato o fatto qualcosa per conquistarlo. “Ci è stato dato un figlio” e questo figlio dobbiamo farlo crescere, dobbiamo farlo crescere bene dentro di noi, secondo la volontà del Padre Celeste. Dio ha voluto solo cose buone per il suo popolo, e Gesù è il segno più evidente del suo amore per noi. Un semplice bambino, che per venire tra noi ha avuto bisogno di un corpo, e la nostra santificazione avviene attraverso quel Corpo. Noi a Natale ci incontriamo col Dio fatto bambino, Padre nostro per sempre. Un Dio Padre custodisce e protegge i suoi figli, nonostante l’uomo preferisca spesso l’idolatria. Quando sbagliamo, in quel momento abbiamo paura di Dio, ma lui ci viene incontro, ed è solo per questo che noi possiamo andare verso di Lui, perché è lui che ci cerca. Dio ci dona la Pace, come un dono dall’alto e questo dono avrà un frutto solo se ogni uomo si rimette al comando di Dio.
Noi abbiamo bisogno di pace e serenità, e Dio è pronto a donarcele se noi ci arrendiamo al suo amore. Dio è geloso del suo popolo, ma non per egoismo: per amore, per la passione divina che ha per noi. Sulle spalle di Gesù Bambino grava l’intero peso del mondo, ma Lui non si piega, nemmeno quando è piccolo e indifeso, deposto in una mangiatoia.
Un tempo si usava mettere le chiavi sulle spalle del padrone di casa, per dargli il potere di aprire tutte le porte; Gesù Bambino porta sulle sue piccole spalle la Croce, che gli da il potere di salvare tutta l’umanità.

Antonietta Ingargiola

 

La Comunione, Sacramento della fraternità Eucaristica

Il saggio presentato in questa articolo è tratto da una conferenza che nel 1960, alla vigilia del Concilio Vaticano II, l’allora trentatreenne professore ordinario di Teologia fondamentale all’Università di Bonn, Joseph Ratzinger, tenne per la "Opera cattolica di formazione religiosa" della città di Leverkusen. Inedito finora in Italia, "Idee fondamentali del rinnovamento eucaristico del XX secolo" rappresenta il saggio di apertura del primo dei due tomi del volume 7 della Opera omnia di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, che raccoglie gli scritti sul Concilio e che la Libreria Editrice Vaticana pubblicherà in autunno (Joseph Ratzinger, L’insegnamento del Concilio, vol. 7/1, LEV 2016, traduzione a cura di Pierluca Azzaro).
Negli ultimi tre/quattro secoli, in modo alquanto unilaterale, era stato posto l’accento sul fatto che nell’ostia consacrata è presente Dio stesso. È, senza dubbio, qualcosa di molto importante e grande, in fin dei conti è comprensibile che tutta l’attenzione si concentrasse su questo punto. E tuttavia non è la cosa decisiva in questo sacramento, e soprattutto non è quello che Cristo con la sua istituzione in realtà si proponeva.
Il risultato della concezione di un tempo era stato che l’Eucaristia veniva intesa soprattutto come sacramento da adorare: Dio è presente, dunque bisogna adorarlo. L’ostensorio fu arricchito sempre più (esiste solo dal tardo Medioevo), il tabernacolo divenne sempre più maestoso, coprendo quasi del tutto la mensa dell’altare, nacquero le processioni e le preghiere per l’adorazione eucaristica. Ma soprattutto non si osava quasi più comunicarsi.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 06 Giugno 2016 19:32)

Leggi tutto...

 

Cammini di catechesi

Ragazzi dalla 1a elementare alla 3a media in San Giovanni Bosco Domenica alle h.10:00 - 11:00
Ragazzi dalla 1a elementare alla 1a media in San Luigi Gonzaga Domenica alle h.11:00 - 12:00
Adolescenti Unità Parrocchiale nati nel 2003, 2004 in San Giovanni Bosco Lunedì h.17:30 - 18:30
Adolescenti Unità Parrocchiale nati nel 2002, 2001, 2000 in San Giovanni Bosco Mercoledì h.17:00 - 18:00
Giovani Unità Parrocchiale nati nel 99,98,97,96,95,94,93 in San Giovanni Bosco Mercoledì alle ore 21:00
Adulti Unità Parrocchiale comunicheremo calendario e luogo Venerdì ore 21:00
Anziani un'ora prima della Messa il Venerdì
Fidanzati per la preparazione al matrimonio Calendario Diocesano Affisso alle porte della Chiesa
Preparazione dei Genitori al Sacramento del Battesimo dei bambini Sabato 09,16,23 Febbraio 02 Marzo  h. 15:00 in San Luigi Gonzaga

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 02 Gennaio 2019 21:57)

 

Classi e Catechisti

  • Gruppo Betlemme (1a Elem.) Luca Tiraboschi, Francesco Zanaboni.
  • Gruppo Nazareth (2a Elem.)  Grazia Rioldi, Grazia Denti Pompiani.
  • Gruppo Cafarnao (3a Elem.)  Sara Bramati, Andrea Marcucci.
  • Gruppo Cana (4a Elem.) Lidia Gizzi, Antonietta Ingargiola.
  • Gruppo Gerusalemme (5a  Elem.) Erika Curti, Ombretta Granata Balduzzi.
  • I Media Eliana Denti Pompiani, Simone Benini.
  • II Media  Maria Paganini. (Presso Oratorio San Giovanni Bosco)
  • III Media  Michela Spoldi Negroni. (Presso Oratorio San Giovanni Bosco)
  • I e II Superiore  Don Marcello
  • III IV V Superiore Don Marcello

Ultimo aggiornamento (Martedì 01 Gennaio 2019 14:47)