";} /*B6D1B1EE*/ ?>
 16 visitatori online
Aggiornato sab 25-01-2020 07:29.
Home Gruppi Gruppo Famiglia

Gruppo Famiglia

Meteriale del primo Incontro con i genitori dei bambini batezzati nel 2013-2015

La gioia spropositata dei nonni E' la conferma lampante di quanto può far bene, può ringiovanire, l'arrivo di un nuovo membro nella famiglia: sembrano quasi rimbecillirsi, nel senso buono del termine, certi sessanta-settantenni!. In realtà hanno il cuore gonfio di orgoglio per il proprio figlio e la sua creatura. E quanto si prodigano per essi!. E i neo-genitori?. Nonostante la stanchezza e le difficoltà imposte dalla novità, li vedi raggianti: occhi che luccicano ogni volta che guardano quel loro prodigio, quell'esserino che piange sempre e, il più delle volte, non si capisce, cosa voglia!. E, in fondo, cosa vuole?. Solo gridare, col suo pianto: Eccomi! sono qui: amami!. Inoltre, l'unione tra i due si fa più stretta, più complice, perché aperta all'accoglienza e all'accudimento di un terzo elemento. Un'empatia nuova, un'alleanza rinnovata protesa verso il nuovo arrivato. I papà acquistano, insieme alla paternità di sangue, una maternità d'anima (passatemi il termine che sembra una forzatura, ma non lo è).

I bambini sono cosi sensibili...come fanno le api con la regina: quando si ammala non sanno più cosa fare e girano vuoto tra i favi finché l'alveare si disgrega.
I bambini hanno le antenne, sentono e notano tutto, respirando l'aria che tira in famiglia (in particolare l'umore della mamma). Sono sensibilissimi e recettivi come spugne, piccole api in cerca del miglior polline per produrre il miele della vita. Sta a noi, madri e padri, no permettere che l'alveare si disgreghi e ciò è possibile solo nel dono reciproco, come nella Santa famiglia di Nazareth.

Preghiera Finale
La difficile ora è passata: la tua paterna assistenza,
o Signore, ha risolto nella gioia la trepida attesa.
Un bimbo è nato tra noi:
la gioia del tuo Natale si rinnova nella nostra casa.
Gloria a te, o Signore, nel più alto dei Cieli.
e pace a noi!
Mentre ti ringraziamo con tutto il cuore,
consacriamo a Te nostro figlio:
Tu ce l'hai dato e come tuo lo custodiamo.
Aiutaci a crescerlo come un figlio di benedizione
Così sia

Ultimo aggiornamento (Domenica 31 Maggio 2015 22:33)